L'antica città museo di Koprivštica

Language English, French, German, Greek (modern), Italian, Portuguese, Russian, Spanish
Price 45,00 EUR for excursion
Capacity Group of up to 10 people
Duration 8 hours

Escursione di giornata intera (pranzo incluso). Partenza da Sofia. Prezzo per un gruppo di min. 10 persone.

Koprivštica (in bulgaro Копривщица), è un'antica città della Bulgaria occidentale con 2490 abitanti. Si trova nella regione di Sofia, a 110 km dalla capitale. La città è l’unico centro abitato del comune di Koprivštica.

I numerosi monumenti culturali e la natura pittoresca rendono la città uno dei più famosi centri culturali e storici della Bulgaria. La città conserva l'aspetto che aveva ai tempi del Risorgimento Bulgaro (sec. XVIII - XIX). Di questo periodo sono rimasti 388 monumenti architettonici – case, ponti ad archi, chiese, fontane autentiche, mura di pietra - la maggior parte dei quali sono stati completamente restaurati.

Koprivštica è stata anche centro di un avvenimento di grande rilievo nella storia della Bulgaria - l'insurrezione di aprile (in bulgaro Априлско въстание, Aprilsko văstanie) per la liberazione dal dominio ottomano nel 1876. È città di scrittori, intellettuali e rivoluzionari.

Nel 1952 Koprivštica è stata proclamata città-museo e nel 1978 riserva nazionale architettonica e storica e centro del turismo internazionale.

Inno della città è "Bello il mio bosco", con testo di Ljuben Karavelov e musica di Georgi Goranov.

- Casa-museo di Kableškov

La casa fu costruita nel 1845 da Genčo Mladenov e segue l’architettura delle case della città di Plovdiv. È casa natale del rivoluzionario Todor Kableškov (in bulgaro Тодор Каблешков).

Tutto l’edificio è simmetrico, organizzato intorno al grande salone rotondo disposto al centro della casa. Ci sono tre facciate simmetriche con logge semirotonde. Il capo mastro è anche autore di tutto l’arredamento interiore: le scale, i soffitti, gli armadietti, le porte, i colori. È molto particolare il grande sole in legno che sta nell'ampio salone al secondo piano.

Il primo piano rispecchia l’autentico ambiente di vita della famiglia di Ljulčo Kableškov (in bulgaro Люлчо Каблешков). Qui si trovano le stanze delle donne, la cucina, il soggiorno, la stanza di Todor Kableškov. Il secondo piano è diviso in due parti. La prima parte rappresenta la vita e l’attività rivoluzionaria di Kableškov e la seconda la preparazione, lo svolgimento e lo scoppio dell’Insurrezione di aprile. Nel museo si trovano i libri di Kableškov, i suoi due fucili, le armi dei rivoluzionari.

- il ponte di Kalăchev (in bulgaro Калъчев мост, Kalăčev most)– costruito nel 1813 e rimasto nella storia come il ponte del primo fucile, dal quale il 20 aprile 1876 viene sparato il primo colpo contro l’oppressore ottomano

- Koprivštica (official name: Национален събор на народно творчество—National Festival of Folklore) is a Bulgarian national folklore festival that is held every few years, typically, once every five years, in the historic town of Koprivštica. It draws visitors from all over the world, including many from North America.

- Casa-museo di Oslekov – oggi museo etnografico

La casa di Oslekov (in bulgaro Ослекова къща, Oslekova kăšta) fu costruita nel 1856 per Nenčo Nikolov Oslekov da un capo mastro della città di Samokov e segue lo stile dell'architettura di Plovdiv. Si trova in uno stretto cortile ed è composta da un’alta cantina, un pianterreno e un piano.

La casa è asimmetrica ed attrae con le sue pitture murali ed il magnifico intaglio in legno. Ci sono tre colonne di cedro del Libano su cui poggia il secondo piano. Le stanze sono tinteggiate in diversi colori. Tra gli oggetti possono essere ammirati gioielli femminili, collezioni di calze lavorate a maglia e pizzi lavorati.

La casa di Oslekov è di importante rilievo anche dal punto di vista storico. Nenčo Oslekov (in bulgaro Ненчо Ослеков) fu un commerciante. Prima di occuparsi del commercio in tessuti riscuoteva le tasse del bestiame chiamate beglica. In quel periodo i suoi beni e la sua condizione sociale miglioravano ma nonostante questo decise di prendere parte alle lotte di liberazione nazionale. Nel salone della sua casa furono prodotti gli abiti dei ribelli. Dopo la disfatta dell’Insurrezione di aprile Oslekov fu catturato e impiccato a Plovdiv il 27 giugno 1876.

- Monumento di Todor Kableškov

Il monumento all’organizzatore e capo dell’Insurrezione di aprile a Koprivštica si trova vicino alla sua casa natale, oggi museo. La scultura è alta 2,9 metri.

- Mausoleo di Aprilci

Il mausoleo di Aprilci è il simbolo della città ed è dedicato alle vittime dell’Isurrezione di aprile. Si trova al centro della città, in piazza “20 aprile”. Fu costruito nel periodo 1926 – 1928 da tagliapietre locali. La costruzione fu finanziata dal benefattore della città Nenčo Paleev.

Il mausoleo è un monumento piramidale a cupola, di due piani. Al primo piano si trova l’ossario e al secondo piano c’è una piccola cappella sopra la quale sta una lastra incassata nel muro dove è scritto “Per l’isurrezione di aprile 1876 dalla quale è spuntata l’alba della libertà bulgara. Costruito da Nenčo Paleev – 1926”.

PHOTOS (12)

Wrong email
Wrong password
I’m a tourist
I’m a guide
Choose who are you!
Incorrect First name!
Incorrect Last name!
Incorrect email
Incorrect password!
You must accept the terms of use!
I’m a tourist
I’m a guide
Choose who are you!
Incorrect email
You must accept the terms of use!
Lost your password? Please enter your email address. You will receive a link to create a new password.
Error message here!
Invalid captcha!
Close