Categorie

Baku - la focosa capitale dell'Azerbaigian

Oggi faremo conoscenza con la più grande città del Mar Caspio - la capitale dell'Azerbaigian - l'antica città di Baku! È il più grande porto marittimo del Mar Caspio, il polo scientifico e tecnico della Transcaucasia e semplicemente la città più grande dell'intero Caucaso! E una delle guide turistiche esperte locali che ha ricevuto un'istruzione eccellente presso la prestigiosa università locale di Baku conosce diverse lingue europee e ama solo la sua città ci aiuterà in questo! Ci racconterà di ieri e di oggi di questa città in piena espansione.

Quindi Baku e i 59 insediamenti più vicini legati al suo agglomerato, secondo i dati per il 2021, hanno circa 3 milioni di persone - la città più grande dell'est in termini di popolazione e si trova sulla costa meridionale della penisola di Absheron.

Insieme a Genova e Ginevra, Baku è stata insignita del titolo di una delle principali città per la Giornata mondiale dell'ambiente nel 2010 dal Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente.

La prima menzione di Baku appare nell'alto medioevo quando una piccola città sorse sulla penisola di Absheron al centro dell'incrocio delle rotte migratorie e commerciali dall'Asia all'Europa, la cosiddetta Grande Via della Seta. E abbastanza rapidamente si è saputo della ricchezza energetica che fin dai tempi più antichi giaceva letteralmente sulla superficie della terra ed era chiamata nel dialetto locale - "nafta", che non significa altro che PETROLIO, grazie a quella moderna Baku si sta sviluppando a un ritmo così rapido e cambiando la sua immagine di un'accogliente città di mare nell'immagine dell'elegante capitale dell'Est, ed è pronta a competere in questo parametro con metropoli famose come Istanbul, Dubai e Abu Dhabi.

L'edificio del servizio fiscale statale della Repubblica dell'Azerbaigian - n. 4 edificio più alto del paese e nella città di Baku, 168 m di altezza, 32 piani,

completato nel 2021, Premio di eccellenza per l'ingegneria strutturale 2022

Pertanto, questa città può essere un punto di attrazione per i turisti per i suoi valori architettonici e storici. Numerosi monumenti di Baku suscitano un genuino interesse tra i turisti. Ma non dimenticare che le vacanze sono un aspetto importante della nostra vita e la loro pianificazione a volte può essere più stressante che lavorare dalle 9.00 alle 17.00: dalla prenotazione dei biglietti aerei al monitoraggio delle prenotazioni alberghiere, alla pianificazione dei percorsi e degli orari delle visite…. Queste faccende che consumano energia ti impediranno di goderti al massimo la tua vacanza. Ecco perché è così importante in ogni viaggio poter trovare una guida turistica locale competente, poiché ti aiuterà a esplorare tutti quei posti meravigliosi che vedrai senza troppe preoccupazioni. Il tempo è sempre limitato e una guida turistica locale non ti farà perdere tempo e ti aiuterà a pianificare con cura la tua vacanza. Insieme a una guida turistica locale esperta, sarai in grado di esplorare tutti i luoghi designati nel tempo assegnato lungo il percorso pianificato. Inoltre, se ci sono problemi di sicurezza che a volte devi affrontare quando lasci il tuo paese d'origine, la guida turistica sarà di nuovo lì per proteggerti da tutti i problemi e garantire la massima sicurezza. Inoltre, anche i problemi linguistici non saranno così intrattabili con una guida turistica personale trovata sul nostro sito web. In breve, il tuo viaggio sarà squisito se assumi una guida privata locale che ti mostrerà in dettaglio quei luoghi iconici della città, come l'antica e la moderna Baku, che descriveremo brevemente qui.

Raggiungi la focosa capitale di Baku

Puoi raggiungere Baku utilizzando voli diretti di molte compagnie aeree o della compagnia aerea locale AZAL, che opera voli diretti da Mosca, Parigi, Londra, Praga, Dusseldorf, Vienna, Kyiv, Il Cairo, Istanbul, Pechino, Shanghai, Delhi, Teheran, Qatar, Tashkent, Tel Aviv e Atene. AZAL ha una flotta moderna e fornisce servizi di alta qualità a bordo, la maggior parte degli aerei è dotata di cabine di prima classe.

E qui ci sono alcune attrazioni di Baku da non perdere durante la visita a questa bellissima città

Palazzo degli Shirvanshah

Il palazzo è noto per la sua unicità. Questa è un'antica perla nella collana dell'architettura azerbaigiana. Fu costruito nel XV secolo ed è composto da due piani. Se dai un'occhiata al palazzo da lontano, sentirai che sta scendendo dalla cima della collina di Baku. L'edificio è splendidamente modellato con cupole e ornamenti sbalorditivi, fatti di intagli profondi e raffinati e magnifiche murature, quindi attira e diverte l'occhio di coloro che vengono qui solo per vedere la bellezza e lodare il lavoro dei maestri. È anche elencato come sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Era il palazzo dei sovrani dello stato di Shirvan, uno dei più potenti stati feudali del Caucaso nel Medioevo. Il complesso di edifici costruiti nel periodo dal XIII al XVI secolo, oltre al palazzo stesso, comprende un patio, un palazzo, una moschea con minareto, una tomba e uno stabilimento balneare. L'unicità dello stile architettonico era l'uso di cubi e sfere decorati con motivi ceramici. Nonostante la costruzione a lungo termine - 3 secoli di costruzione del complesso - dà l'impressione di un insieme olistico, grazie a un unico stile e coerenza della sua attuazione. Ora il Palazzo degli Shirvanshah è patrimonio mondiale dell'UNESCO e una perla di Baku e dell'architettura orientale in generale. Ora nel complesso del palazzo sono stati creati un museo e una riserva architettonica.

Torre della Vergine

La Torre della Vergine è un'antica torre, conosciuta anche come Giz Galassi in lingua azerbaigiana, situata nella Città Vecchia di Baku. Fu costruito nel XII secolo. Qui si trova ora un museo che racconta la storia di Baku. C'è anche un negozio di articoli da regalo lì. La vista dal tetto porta una persona per le strade del centro storico. In Oriente non c'è paragone con questa bellissima Torre della Vergine.

La Torre della Vergine sorge su una roccia ed è fatta di pietre tornite ed ha un'altezza di 28 me un diametro di 16,5 m. Le pareti sono spesse 5 m alla base e 4 m alla sommità. La torre è divisa in otto gradini. Ogni parte è rivestita da una cupola in pietra con un foro rotondo. La luce entra nella torre attraverso strette finestre. Tutti i gradini sono collegati tra loro da una scala a chiocciola in pietra scavata nelle spesse mura della torre. Fino al XIX secolo la torre fungeva da faro, finché le luci della città non assorbirono la sua luce, il faro fu spostato su un'isola nel mare. La Torre della Vergine è stata recentemente restaurata ancora una volta e funge da museo e sito UNESCO, e ancora, come nel Medioevo, la Torre della Vergine adorna la facciata sul mare della città.

Flame Towers (Torri di fuoco)

Le torri fiammeggianti, che ricordano lingue di fuoco che fuoriescono dalla terra, sono diventate un simbolo della moderna Baku e delle sue riserve di "oro combustibile": il petrolio.

Sono stati costruiti nel 2012. Questi grattacieli sono gli edifici più alti dell'Azerbaigian con un'altezza massima di 190 metri. Hanno una forma curva, che li rende unici tra tutti gli edifici. Sono costituiti da appartamenti, hotel e palazzi di uffici. Le Flame Towers creano una formazione triangolare visibile da molte parti della città. L'intera superficie delle torri è ricoperta da schermi LED che raffigurano una luminosa fiamma infuocata in movimento, visibile da qualsiasi punto della città e dal mare. Visivamente, queste sono torce giganti nel vento, che è stata incorporata nell'idea di design, che si riflette anche nel nome: Flame Towers. Questa illuminazione è stata riconosciuta dalla International Urban Commission come la migliore al mondo tra tutti gli edifici illuminati.

Montagna fiammeggiante Yanar Dag

Yanar Dag​, conosciuta anche come la montagna in fiamme, si trova a un'altitudine di 116 m a nord di Baku. Questo posto merita una visita per via del suo fuoco che si sprigiona dal terreno, che non si spegne mai. Le fiamme provengono da riserve di gas sotterranee e non ci sono tubi per farle bruciare. La fiamma esplode ad almeno tre metri di altezza. Non fuoriesce sporco o liquido, quindi il fuoco è sempre acceso.

Qobustan

Il paesaggio culturale rupestre di Qobustan è il secondo nome della Riserva storica e artistica statale di Qobustan , che copre tre zone di altopiani che crescono dal deserto dell'Azerbaigian. Qui ci sono le reliquie di grotte e sepolture abitate. Questo parco occupa 537 ettari ed è la più grande parte protetta della riserva di Qobustan. È di grande importanza per le incisioni e collezioni di incisioni rupestri che rappresentano la caccia, la flora, la fauna e lo stile di vita in epoca preistorica. È molto ricca di siti archeologici.

Ci sono 6.000 pietre scolpite nella riserva, che sono evidenti dall'età della pietra sugli abitanti di questa zona, inoltre qui sono stati trovati cromlech, un sito di un uomo antico, lapidi e grotte abitate. Fenomeni non meno unici in quest'area sono i più grandi vulcani di fango bollente, sorgenti e pozzi con acque sotterranee da depositi calcarei e precipitazioni atmosferiche.

Tempio Ateshga

Ateshgah è il tempio del fuoco eterno. È piuttosto famoso in tutto il mondo. Si trova a 30 km dal centro di Baku a Surakhani. Fu costruito nel XVII secolo dalle comunità di Baku di zoroastriani, indù e sikh. Il tempio è noto per un fenomeno naturale unico: l'incendio delle prese di gas naturale.

Direttamente sopra il cancello d'ingresso si trova la tradizionale camera degli ospiti. Vicino al tempio c'è una grande fossa in cui gli zoroastri e gli indù, secondo antiche tradizioni, bruciavano i cadaveri. Ora il tempio funziona come un museo. È di particolare interesse e riecheggia in particolare i grattacieli fiammeggianti nel centro di Baku, la montagna fiammeggiante (Yanardag) e le piattaforme petrolifere di Baku.

Museo della letteratura azera intitolato a Nizami Ganjavi

Il museo è stato fondato nel 1939 in un edificio costruito come caravanserraglio all'inizio del XIX secolo ed è uno dei più grandi e ricchi tesori dell'architettura, della letteratura e della cultura spirituale dell'Azerbaigian. La superficie totale del museo è di 2500 metri quadrati. È a pochi minuti a piedi da Fountain Square e uno dei posti più belli da visitare.

Qui, in 30 sale principali e 10 sale ausiliarie del museo, vengono presentati più di 3.000 libri, manoscritti illustrati, opere d'arte, miniature, sculture, nonché una sala dei tappeti. Sulla facciata principale dell'edificio, nelle aperture ad arco con colonne, sono presenti statue di eccezionali personaggi culturali del paese: poeti e scrittori dell'Azerbaigian.

Miniatura del poeta medievale del XV secolo Nizami Ganjavi "Bahram combatte i leoni" dal manoscritto del poema "Sette bellezze" dagli archivi

del Museo della letteratura dell'Azerbaigian e l'elmo dell'era Shirvanshah dal Museo nazionale d'arte dell'Azerbaigian 

Centro culturale Heydar Aliyev

Il Centro Culturale è noto per la sua caratteristica architettura fluida e curva, progettata dall'architetto iracheno-britannico Zaha Hadid. Insieme a un parco, copre un'area di 6 ettari. Si compone di tre sezioni, tra cui gallerie, un gigantesco auditorium centrale del centro congressi, un museo, sale espositive e uffici. Questa struttura, fluida con onde e cascate, consente di collegare diversi spazi sociali, conferendo allo stesso tempo a ogni componente del Centro il proprio carattere e la propria sicurezza. Non c'era una sola linea rigorosamente retta nel progetto dell'edificio. Nel 2014, l'Heydar Aliyev Center è stato riconosciuto come il miglior edificio del mondo e ha ricevuto il premio Design of the Year 2014. Certo, questo centro è il segno distintivo della città e un simbolo della sua prosperità! Lo scopo del Centro è promuovere lo sviluppo dell'autentica storia, lingua, valori culturali e spirituali dell'Azerbaigian della nazione. L'abbagliante edificio bianco è simbolo di purezza e trasparenza, le sue pareti e le sue finestre riflettono la luce del sole e la rifrangono, illuminando tutte le stanze all'interno. L'edificio è circondato da un parco con bellissimi laghetti artificiali. L'immagine dell'edificio è finita sulla banconota dell'Azerbaigian in tagli da 200 manat.


Sulle rive del Mar Caspio si trova la piccola ma dinamica città di Baku, che è la perfetta combinazione di un nuovo paese con reliquie risalenti a secoli fa. Questa città ricorda il suo passato, ma aspira al nuovo, moderno, verso il cielo, come le fiamme dei suoi grattacieli e la sua ricca terra! Baku è il cuore ardente dell'Azerbaigian!


Leggi il nostro precedente articolo Viadotto Millau: un capolavoro architettonico della Francia
Leggi il nostro prossimo articolo Carcassonne - una città fortificata in Francia

Commenti (0)
You
Please, login or register to leave a comment
Email sbagliata
Password errata
Sono un turista
Sono una guida turistica
Per favore, prima scegli chi sei!
Nome errato!
Cognome errato!
Email errata
Password errata!
You have to accept the terms of use!
Sono un turista
Sono una guida turistica
Per favore, prima scegli chi sei!
Email errata
You have to accept the terms of use!
hai perso la tua password? Inserisci la tua e-mail. Riceverai un link per creare una nuova password! (Controllare la casella SPAM nel caso...)
Messaggio di errore qui!
CAPTCHA non valido!
chiudere