Categorie

Montenegro - montagna nera e mare blu

Il Montenegro è relativamente sconosciuto come destinazione turistica, ad esempio la Croazia, d'altra parte, negli ultimi anni è diventata una destinazione turistica particolarmente popolare, che molte persone conoscono già. Questo è un piccolo ma bellissimo gioiello! Il paese è una repubblica indipendente nei Balcani. Il Montenegro confina con il mare Adriatico, la Croazia, la Bosnia ed Erzegovina, la Serbia, il Kosovo e l'Albania.

Quindi è una nazione abbastanza giovane che molti nel mondo sono forse meglio conosciuti per i risultati sportivi, in particolare la pallamano, dove sia gli allenatori che i giocatori hanno un carattere molto irascibile.

Aman Sveti Stefan (precedentemente Sveti Stefan Hotel) è un hotel spa nella città di Sveti Stefan, sulla costa adriatica del Montenegro. Il resort incorpora l'isolotto di Sveti Stefan e la Villa Miločer come parte del resort situato sul continente. L'hotel è un alloggio in franchising a 5 stelle del gruppo transnazionale di Aman Resorts, realizzato nel 2009 e funzionante con un contratto di locazione di 30 anni. Il resort Aman Sveti Stefan dispone di 58 camere, cottage e suite. La Villa Miločer fu costruita tra il 1934 e il 1936 come residenza estiva della regina Marija Karađorđević (1900–1961). Il ristorante centrale del resort sull'isola di Sveti Stefan è The Piazza, un cortile all'aperto nel cuore del villaggio dell'isola che comprende la Taverna, l'Enoteca, la Pasticceria, un Antipasti Bar e una Cigar Room.

Ti invitiamo oggi in Montenegro, un paese con una ricca storia, città medievali ben conservate e una cultura colorata e unica. In Montenegro, puoi goderti la tua vacanza sulle spiagge del Mar Adriatico, scoprire l'universo gastronomico a prezzi accessibili del paese e conoscere la vita popolare a Budua, l'atmosfera familiare a Petrovac e una spiaggia lunga un chilometro a Becici. E le nostre guide turistiche private locali, che possono essere facilmente trovate inserendo il nome del paese - Montenegro - nella riga di ricerca sul nostro sito web www.pg.world/ita, ti aiuterà a capire meglio questo accogliente paese ea camminare lungo i suoi montuosi sentieri lastricati nei suoi 5 parchi nazionali, di cui parleremo di seguito, alla ricerca di bellezze uniche!

Cosa dovresti sapere sul Montenegro

Gli stessi abitanti del Montenegro chiamano il paese "Tsrna Gora", che significa "montagna nera". Il paese è una delle nazioni più giovani d'Europa in quanto è diventato indipendente solo nel 2006. Prima faceva parte della vecchia Jugoslavia e poi ha stretto un'alleanza con la Serbia, dalla quale ora è indipendente.

Il fiume Bojana unisce il lago di Scutari con il mare Adriatico e il fiume Drin lo collega con il lago di Ocrida. Il lago è una criptodepressione, il che significa che è al di sotto del livello medio del mare. L'afflusso maggiore proviene dal fiume Morača che fornisce circa il 62% dell'acqua del lago, e il lago viene svuotato nell'Adriatico dal Bojana lungo 42 km (24 mi). L'intera area di drenaggio è di 5.590 km2 (2.140 miglia quadrate)

Il Montenegro è un paese piccolo, che in termini di superficie è appena un terzo dell'area di un paese come la Danimarca. Ad eccezione della costa occidentale e delle pianure del lago Skataru, il Montenegro è un paese pieno di bellissime montagne color smeraldo. L'altezza media è compresa tra gli 800 ei 1000 metri, e solo sei vette raggiungono altezze superiori ai 2000 metri.

La cultura in Montenegro è fortemente ispirata dall'Italia e la lingua italiana è abbastanza comune qui. L'Italia si trova sulla costa occidentale del Mare Adriatico e il Montenegro è di fronte, sulla costa orientale. Lo si vede, tra l'altro, nell'architettura e nella cucina. In Montenegro troverai molte meravigliose spiagge sabbiose e idilliache città portuali con un'atmosfera medievale e un bel clima mediterraneo.

Enormi aragoste fresche dal mare Adriatico nel ristorante nella città di Rafailovici, Montenegro

Nella capitale Podgorica vivono circa 180.000 abitanti, ma questo è ancora un luogo raro visitato dai turisti. Invece, i turisti sono alla ricerca di montagne dove passeggiare e praticare attività all'aria aperta, trekking o andare sulla costa di 30 chilometri, che offre una vacanza al mare a buon prezzo. Le vacanze charter sulla costa sono particolarmente apprezzate dai turisti, molti dei quali visitano, ad esempio, Budua o la famosa città di Cattaro, protetta dall'UNESCO.

Destinazioni turistiche popolari in Montenegro

Budua

A Budua troverai bellissime spiagge, vivace vita notturna e storia antica combinate in un cocktail di esperienze emozionanti. Budua è una delle città più turistiche del Montenegro e la Riviera di Budua ne è il centro. In estate qui puoi trovare molti yacht enormi e costosi che brillano di glamour e lusso. Qui hai l'opportunità di passeggiare e mangiare in uno dei ristoranti con una bellissima vista sull'acqua.

Vista sulla città vecchia di Budua, Montenegro

Su una penisola fuori città, troverai il centro storico di Stari Grad, dove le strade di marmo e le mura veneziane sorgono sopra l'acqua limpida. Qui si può esplorare il centro storico e, tra l'altro, godere di una vista dalla cittadella che non ha eguali né di giorno né di notte. Ma mentre le infinite spiagge dorate della zona hanno reso la città sempre più popolare tra i viaggiatori europei, Budua ha molto di più da offrire delle condizioni ideali per le vacanze al sole e al mare. Pertanto, la città ha un patrimonio culturale particolarmente ricco, che comprende, tra l'altro, il quartiere medievale ben conservato e murato, le porte della città, la chiesa di San Giovanni e altre antiche e belle chiese ortodosse, che saranno di grande interesse a coloro che sono interessati alla storia, alla religione e alla cultura.

L'area costiera della città di Budva, chiamata riviera di Budva, è l'epicentro del turismo montenegrino, famosa per la sua città medievale ben conservata, le spiagge sabbiose e l'eclettica vita notturna. Budva ha 2500 anni, il che la rende una delle colonie più antiche della costa adriatica.

Quando viaggi a Budua, ti consigliamo anche di visitare il Museo di Budua, le mura della città vecchia e la galleria d'arte. La maggior parte del tempo probabilmente la trascorrerai in spiaggia o in piscina, dove avrai la possibilità di goderti il sole leggendo un libro e bevendo cocktail rinfrescanti. Il servizio qui è impeccabile!

Budua, situata accanto ad altre due famose località turistiche di Becici e Rafailovici nel sud del Montenegro, è conosciuta come la "Miami montenegrina" per i 200 giorni di sole all'anno e una spiaggia di 2 chilometri sul limpido mare Adriatico.

La città, che con i suoi 2500 anni di storia è uno degli insediamenti più antichi della costa adriatica, offre, tra l'altro, la zona costiera più frequentata del Montenegro, chiamata Riviera di Budua!

Se riesci ad allontanarti dalle spiagge invitanti, allora Budua è anche un buon punto di partenza per escursioni alle perle delle città e delle attrazioni più interessanti della regione, e le guide turistiche private locali creeranno per te i percorsi più interessanti! L'affascinante città medievale di Cattaro, ad esempio, si trova a solo mezz'ora a nord, mentre Dubrovnik, 90 km più in alto lungo la costa, è una destinazione ovvia per una gita di un giorno. Entrambi i luoghi sono nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

L'isola di Sveti Juraj o Isola di San Giorgio è un isolotto naturale al largo della città di Perast nella baia di Cattaro, in Montenegro. L'isola ospita il monastero benedettino di San Giorgio, costruito nel XII secolo, e l'antico cimitero per l'antica aristocrazia di Perast e distante dall'intera baia di Cattaro.

Cattaro

Il centro storico di Cattaro è incluso nella lista del patrimonio culturale dell'UNESCO. Si trova nella baia di Cattaro, che è una delle baie più profonde del mare Adriatico. Montagne, acqua e antichi edifici si combinano per creare uno spettacolo fantastico che devi vivere di persona. Considerato da molti uno dei luoghi più belli dell'Europa meridionale, è possibile ottenere una fantastica vista panoramica salendo sulla montagna a circa 1200 metri dal centro di Cattaro.

Panorama delle acque azzurre del fiordo nella baia di Kotor con due navi da crociera ancorate nel porto nello spettacolare paesaggio naturale del Montenegro

A Cattaro visiterai la città medievale meglio conservata del Montenegro. Intorno alla città ci sono quattro chilometri di mura medievali del XIV secolo, mentre all'interno della città troverai stradine acciottolate, bellissime chiese ortodosse e la caratteristica architettura italiana.

Visa per il Montenegro

Il Montenegro ha formalmente presentato domanda di adesione all'UE il 15 dicembre 2008 e i negoziati di adesione sono iniziati il 29 giugno 2012. Dopo l'apertura di tutti i capitoli negoziali, il paese gode di un ampio sostegno tra i funzionari membri dell'UE e l'adesione all'UE è considerata possibile entro il 2025. non è richiesto il visto per recarsi in Montenegro e l'ingresso nel paese è abbastanza semplice. Il visto è richiesto solo se il tuo soggiorno supera i 90 giorni. In questo caso, è necessario contattare le autorità montenegrine.

Old Town Bar è uno di quei luoghi mistici in cui i residenti contemporanei vivono all'ombra di bagni turchi, acquedotti romani e una cittadella dove furono posate le prime rocce oltre 1000 anni fa. Lo stato montenegrino ha perseguito un progetto ambizioso per riparare completamente l'Old Town Bar e trasformarlo in un museo vivente, e questo evidenzia il significato che l'Old Town Bar ha sul turismo locale montenegrino, e anche come idolo culturale, religioso e storico per l'intera nazione. Altri importanti monumenti di Old Town Bar includono le rovine del castello di re Nicola, la fortezza di Haj Nehaj e la chiesa di Santa Veneranda. Vale la pena esplorare anche Old Town Bar: il palazzo vescovile, le antiche mura e il negozio di polvere da sparo.

Per entrare in Montenegro è necessario un passaporto valido, valido per almeno 3 mesi dopo la fine del soggiorno.

Chiesa ortodossa di San Jovan Vladimir a Bar, Montenegro

Il Montenegro offre anche numerose attività per i vacanzieri attivi, compresi i numerosi sport acquatici offerti lungo la costa come il kayak, il parapendio e le barche da escursione. Dopo una giornata in spiaggia o in emozionanti escursioni con guide turistiche private locali che parlano molte lingue europee, puoi rilassarti in uno dei tanti ristoranti dove puoi gustare deliziosi piatti montenegrini che sono chiaramente ispirati sia alla cucina croata che a quella italiana.

 

Un volo zipline mozzafiato attraverso il canyon del fiume Tara in Montenegro utilizzando le forze di gravità lungo una fune d'acciaio nell'aria, utilizzando uno speciale dispositivo con blocchi. Ampiamente usato come avventura o per divertimento e brivido.

Il Montenegro offre un'esperienza unica e coinvolgente a un prezzo molto basso da pagare in quanto è un paese relativamente economico in cui viaggiare (molto più economico di destinazioni come la Spagna e persino la Grecia).

La principale stagione turistica in Montenegro va da maggio a settembre, poiché questo periodo è il clima migliore. Se ti piace nuotare, vale la pena notare che la temperatura del mare a maggio è di circa 20 gradi e in luglio-agosto sale a 27-28 gradi. Se non amate il caldo eccessivo, evitate luglio e agosto, perché non è raro che le temperature superino i 35 gradi.

La sera, nell'antica cittadina di pescatori di Prijevorac, è bello sedersi in un caffè con vista sull'Adriatico e sulla chiesa di Sveta Nedjelja situata sulla minuscola isola di Katic nella secca Donkova Seka. La leggenda racconta che un santuario fu costruito da marinai riconoscenti, che furono salvati da un naufragio su quest'isola. La rustica bellezza degli isolotti e della città e il dinamismo marino universale rendono questo luogo una straordinaria spedizione subacquea. Il punto più alto del reef inizia a soli 1,5 m di profondità e scende fino a un massimo di 28 m. Entrambe le isole che si incontrano a soli 320 m circa dalla barriera corallina, rappresentano anche un'ottima avventura subacquea. Quest'area è selezionata per diventare la prima zona AMP (Area Marina Protetta) del Montenegro.

Il Montenegro ha una vasta selezione di hotel. La qualità varia molto e gli hotel migliori si trovano solitamente a Cattaro e Budua (sulla costa). Cattaro è noto per i suoi hotel rustici mediterranei, spesso in vecchi edifici restaurati. Budua è nota per una selezione leggermente più moderna di hotel in cui l'accento è posto maggiormente sul minimalismo e sul lusso.

Se vuoi andare in campeggio in campagna, ci sono diversi campeggi che di solito sono aperti da giugno a settembre. Si trovano principalmente sulla costa.

Biodiversità

La diversità del paesaggio geologico, del clima e del suolo, nonché la posizione del Montenegro nella penisola balcanica e nel mare Adriatico, hanno creato le condizioni ideali per un'elevata diversità biologica. Gli indicatori biologici includono più di 1.300 specie di alghe d'acqua dolce, circa 200 specie di alghe marine, 569 specie di muschi, 2.300 specie di funghi, 18.000-22.000 specie di insetti, 425 specie di pesci marini, 58 specie di rettili, 333 specie di visitatori regolari uccelli e una grande diversità di specie di mammiferi si trovano in questo piccolo paese europeo.

Vista del canyon del fiume Piva e del lago in Montenegro

Il Montenegro può essere suddiviso in due principali zone biologiche e geografiche, che comprendono il cluster biogeografico mediterraneo e gli altopiani biogeografici alpini. Il paese ospita anche tre ecoregioni terrestri: foreste miste balcaniche, foreste miste dinariche e foreste decidue illiriche. La quota totale delle aree protette in Montenegro è il 10% dell'area del paese, principalmente in 5 parchi nazionali del Montenegro. I parchi sono amministrati dall'agenzia statale "Parchi Nazionali del Montenegro". Tutti questi parchi nazionali fanno parte del Patrimonio dell'Umanità.

Il ponte Đurđevića Tara è un importante ponte ad arco sul fiume Tara nel nord del Montenegro. La posizione esatta del ponte è tra i villaggi di Budečevica e Trešnjica. Il ponte è stato costruito nel 1941 nel Regno di Jugoslavia. Il ponte lungo 366 metri (1.199 piedi) ha cinque arcate; la campata maggiore è di 117 metri (382 piedi). La carreggiata si trova a 173 metri (565 piedi) sopra il fiume Tara. In anni più contemporanei il bungee jumping si è svolto dall'arco più esteso direttamente sopra il fiume.

Durmitore

Il Durmitor è una catena montuosa nel nord-ovest del Montenegro. Fa parte delle Alpi Dinariche. La sua vetta più alta, Bobotov Kuk, raggiunge i 2.523 metri (8.278 piedi).

Il massiccio è delimitato dal canyon del fiume Piva a ovest, dal canyon del fiume Tara a nord e dal canyon del fiume Komarnica a sud. A est, il Durmitor si estende fino a un altopiano di 1.500 m (4.921 piedi) chiamato Jezerska povrch (Altopiano dei laghi). Il monte Sinyavino si trova ad est della pianura di Jezerskaya. Il massiccio dà il nome al parco nazionale che lo comprende. Il Parco Nazionale del Durmitor è stato istituito nel 1952 ed è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1980.

Il fiume Tara taglia il Canyon del fiume Tara, il canyon più esteso del Montenegro e dell'Europa e il secondo più lungo al mondo dopo il Grand Canyon, a 77 chilometri (48 miglia) di lunghezza e 1.300 metri (0,8 miglia) nel punto più profondo. Il canyon è custodito come patrimonio mondiale dell'UNESCO. La parte più bella del canyon sono le alte scogliere del crinale montuoso di Ljubišnja, che si trovano nel Parco Nazionale del Durmitor, patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Biogradsca Gora

Biogradska Gora è una foresta e pascolo nazionale in Montenegro. Una delle Riserve della Biosfera della Rete Mondiale dell'UNESCO, l'area è una delle ultime tre grandi foreste pluviali primarie in Europa. La geografia è una delle catene montuose, dei laghi glaciali e delle foreste temperate.

L'area del parco nazionale è di 55 kmq. I componenti principali del parco sono

  • foresta vergine,
  • vasti pendii montuosi e vette che superano i 2200 metri di altezza,
  • 6 laghi glaciali, 5 dei quali si trovano a un'altitudine di 1870 metri e un ingresso lacustre facilmente accessibile al parco, sul lago di Biograd.

Percorso di trekking nella più antica faggeta primaria europea nel Parco Nazionale di Biogradska Gora, Montenegro

Il parco può essere raggiunto in autobus da Podgorica o Bijelo Polje, oppure in auto lungo l'autostrada E65. Il parco dispone di un'ampia infrastruttura per escursionisti, tra cui un centro di accoglienza, sentieri escursionistici, campi e caffetterie. Gli ospiti hanno diverse opportunità per fare escursioni, andare in mountain bike, nuotare, pescare ed esplorare alcune aree in veicoli 4x4. Un treno a cielo aperto porta i turisti lungo il sentiero di 3,5 chilometri dall'ingresso del parco al lago Biogradsko, dove è possibile noleggiare barche a remi e biciclette. Nelle vicinanze si trova il quartier generale dei visitatori, con i mobili standard dell'area, un bistrot e la sicurezza. Altri tre punti panoramici sono disponibili su scogliere più alte in diverse parti del parco: Crna Glava, Zekova Glava e Bendovac. Secondo una fonte, le capanne di legno o "katun" lungo i sentieri, utilizzate dai pastori come case estive, possono essere affittate per pernottamenti per "cibo e stile di vita tradizionali del villaggio". Il parco consente anche il campeggio notturno.

Il Monastero inferiore di Ostrog è costituito dalla Chiesa della Santissima Trinità e dalle residenze dei monaci. Sono disponibili anche camere da letto per i pellegrini.
Il monastero di Ostrog è un monastero della Chiesa ortodossa serba situato su una scogliera verticale, in alto nella gigantesca roccia di Ostroška Greda, in Montenegro. È dedicato a San Basilio di Ostrog (Sveti Vasilije Ostroški) che fu sepolto qui. Il monastero di Ostrog è il luogo di pellegrinaggio più popolare del Montenegro e attrae oltre 100.000 visitatori all'anno. Illustra il luogo comune di tutte le confessioni: gli ortodossi, i cattolici ei musulmani. Secondo le leggende dei pellegrini, pregare accanto al corpo di San Basilio cura e aiuta a ridurre le complicazioni della loro vita.

Monte Lovćen​ (Monte Leone)

Lovćen i sa altopiano e pascolo nazionale nel sud-ovest del Montenegro. Questo è il motivo dei nomi Montenegro e Crna Gora, che significano entrambi "Montagna Nera" e indicano la formazione del Monte Lovcen, che è ricoperto da fitte foreste. Il Monte Lovcen si erge sopra i bordi del Golfo Adriatico, chiudendo le lunghe e tortuose baie della baia di Cattaro e che formano il confine con la città balneare di Cattaro.La montagna ha due imponenti cime: Shtirovnik; 1749 m (5738 piedi) e Jezierski vrh; 1657 m (5436 piedi).

Le pendici del picco sono rocciose, con numerose fessure, depressioni e profonde gole, che gli conferiscono un aspetto caratteristico. Lovcen si trova al confine tra due entità naturali completamente diverse, il mare e il continente, ed è quindi influenzato da entrambi gli ambienti. La connessione specifica delle circostanze della vita ha determinato l'evoluzione di vari sistemi biologici. Ci sono 1180 specie di piante che crescono su Lovcen, 12 delle quali sono endemiche. Vale la pena notare un monumento architettonico speciale su questo percorso difficile, che si snoda in salita da Cattaro alla città di Njegusi, luogo di nascita della famiglia monarchica montenegrina, la Casa di Petrovich.

Lago di Scutari

Il lago di Scutari si trova al confine tra Montenegro e Albania ed è il più grande lago dell'Europa meridionale. Prende il nome dalla città di Scutari nel nord dell'Albania. Questo è un lago carsico unico. La parte montenegrina del lago e le terre adiacenti sono state designate come parco nazionale, mentre la parte albanese è stata designata come riserva naturale. Il lago di Scutari è probabilmente il lago più antico, sebbene sia piuttosto giovane degli antichi laghi. La maggior parte dei ricercatori sostiene che la depressione del lago di Scutari sia una fonte tettonica.

Il monastero di Beška è un monastero ortodosso serbo sull'isola di Beška sul lago di Scutari in Montenegro. Ha 2 chiese all'interno del suo complesso, la Chiesa di San Giorgio e la Chiesa di Santa Maria. Queste chiese sono state abbandonate e detenute da una moschea provinciale fino a quando una negoziazione guidata a destra non arriva alla Chiesa ortodossa serba. Questi santuari non caratterizzano i quartieri che sono costituiti principalmente da musulmani albanesi.

La questione della fonte della sua acqua è di particolare interesse per i biologi, poiché queste acque potrebbero aver fornito la fonte dei suoi primi microrganismi e specie viventi e fornito la base per il suo attuale endemismo. Il lago di Scutari è una nota roccaforte della biodiversità d'acqua dolce e un rifugio per una fauna molto diversificata di molluschi locali. Il lago di Scutari è una delle riserve ornitologiche più estese d'Europa, ospita 280 specie di uccelli, tra cui alcuni degli ultimi pellicani d'Europa, motivo per cui questi luoghi sono così popolari tra gli amanti degli uccelli per il birdwatching. Gli habitat lacustri comprendono anche gabbiani e aironi. È generoso con i pesci, in particolare carpe, alborelle e anguille, e su 33 specie ittiche autoctone, 8 sono endemiche di questo miracolo della natura: il lago di Scutari.

Alpi Albanesi (Prokletije)

Le Alpi Albanesi (Prokletije) sono una catena montuosa nella parte occidentale dei Balcani. Anche la vetta più alta del Montenegro, Zla Kolata a 2.534 m (8.314 piedi), e la seconda vetta più alta del Kosovo, Geravica a 2.656 m (8.714 piedi), fanno parte della catena. Uno dei massicci glaciali più meridionali d'Europa è stato scoperto nella parte albanese della catena nel 2009. Le Alpi Albanesi (Prokletije) sono etnograficamente e sociЗаголовок 3ologicamente eclettiche e molte tribù vivono nell'area come pastori. I nomi di varie tribù albanesi (Dukadjini, Shala, Kelmendi, Shkreli, Hoti, Nikai, Gashi, Kuchi, Gruda, Rugova, Kastrati e Krasniki) indicano i loro insediamenti geografici all'interno dell'areale. Il disboscamento illegale è un grosso problema. Anche le piantagioni forestali federali sono colpite in una certa misura. Nelle estati secche, qui sono tipici gli incendi boschivi. Tutti i grandi mammiferi, inclusi lupi, camosci, volpi, tassi e cinghiali, vengono cacciati indipendentemente dai confini del parco nazionale, il che provoca anche gravi danni alla biodiversità locale.

Trasporto locale

Le distanze nel paese sono brevi e c'è molto da vedere e da imparare qui. Il modo migliore per conoscere il paese è viaggiare in autobus o in macchina e scendere quando incontri qualcosa di interessante. Ad esempio, la città medievale di Cattaro, la cui imponente cinta muraria si snoda attraverso il drammatico paesaggio montano al di là della città, ma non dimenticare di visitare anche la città più esclusiva di Porto Montenegro, dove yacht di lusso siedono fianco a fianco nel porto. Ci sono anche molte spiagge, da piccole e appartate spiagge rocciose a chilometri di spiagge sabbiose fiancheggiate da vivaci e suggestivi lungomare, dove la vita non si ferma mai d'estate, giorno e notte.

Autostrada per il piccolo villaggio di Žabljak nel nord del Montenegro con 1825 residenti. La città si trova al centro del territorio montuoso del Durmitor con un'altezza di 1.626 metri, è la città balcanica più alta. Žabljak è un centro del turismo montano del Montenegro. Le pendenze del Durmitor sono piuttosto popolari per gli snowboarder. Žabljak offre le seguenti attività durante tutto l'anno:

  • Sci – La coperta di neve del Durmitor rimane 130 giorni all'anno
  • Rafting: il canyon del fiume Tara profondo 1350 m è il secondo più profondo del mondo ed è elencato come patrimonio mondiale dell'UNESCO. Il rafting sul fiume Tara è un'attività turistica di primo piano in Montenegro.
  • Alpinismo – Le condizioni del Durmitor sono adatte a questo sport.
  • Escursionismo – L'area intorno a Žabljak fornisce sentieri escursionistici.
  • Mountain bike - Le colline del Durmitor sono l'ideale per andare in bicicletta godendosi la vista panoramica intorno.

Il Montenegro è un paese piccolo e non ci sono praticamente possibilità di effettuare voli nazionali. Le strade sono spesso in condizioni abbastanza buone se si utilizzano le strade popolari tra le principali città. D'altra parte, se guidi fuori città per un po', potrai vivere le strade in condizioni piuttosto pessime. Pertanto, devi essere un po' attento se guidi da solo. Potrebbero esserci buche e altre spiacevoli sorprese sulle strade. A seconda della compagnia di autonoleggio che scegli, devi avere 18 o 21 anni prima di noleggiare un'auto. Ci sono molte opzioni di noleggio auto nelle principali città e aeroporti. Se stai cercando un'alternativa all'autotrasporto, puoi prenotare taxi a prezzi ragionevoli. Tuttavia, tieni presente che agli stranieri potrebbero essere addebitati importi più elevati rispetto ai locali a meno che non venga utilizzato un tassametro. Ricordati di utilizzare solo taxi ufficiali. Anche le grandi città hanno spesso compagnie di autobus locali, ma i taxi sono più convenienti e stabili.

C'è anche una rete di autobus che circolano in tutto il paese. Ad esempio, ci sono percorsi che coprono Cattaro, Budua e Bar da Podgorica.

Tivat è una città costiera nel sud-ovest del Montenegro, situata nella baia di Kotor. Essendo una rinomata località turistica, Tivat si sta sviluppando come sede del turismo nautico per l'Adriatico meridionale. La costruzione costiera di porti turistici e club nautici ha indotto l'imprenditore canadese Peter Munk ad acquistare un cantiere navale a Tivat, progettando di convertire l'ex base navale in un luogo di villeggiatura e un porto turistico per yacht di lusso chiamato Porto Montenegro, poi lo ha ceduto nel 2016 a la società per gli investimenti di Dubai

Se sei avventuroso, c'è anche una rete ferroviaria che copre l'intero paese. Se vuoi conoscere il bellissimo paese montuoso in modo leggermente diverso, ti consigliamo, ad esempio, di provare il percorso da Kolasin a Podgorica.

Ecco alcuni piatti della cucina autentica del Montenegro che vale sicuramente la pena provare:

  • Salata od hobotnice - insalata di polpo
  • Riblya Korba - Zuppa di pesce
  • Jagnjece - Delizioso agnello arrosto
  • Crni rizot - risotto al nero di seppia
  • Lignje sono anelli di polpo che di solito vengono cotti al forno
  • Riba na zaru - pesce fritto
  • Pleskavice è un pezzo di carne alla griglia condita, spesso un misto di maiale, manzo e agnello
  • Raznici: carne fritta allo spiedo

Il modo giusto per cuocere un polpo e renderlo morbido per l'insalata: mettete il polpo in una pentola capiente d'acqua, con la testa rivolta verso il basso e le braccia rivolte verso la superficie. Affinché il polpo non rimanga duro, metti un tappo nell'acqua. Aggiungi una cipolla, una foglia di alloro e 3 spicchi d'aglio all'acqua. Cuocere a fuoco medio per almeno un'ora. Il polpo è cotto quando è morbido al centro della testa vicino agli occhi.

Ci sono anche molte bevande locali interessanti. Sia con che senza alcool. Il Montenegro produce ottimo vino e ci sono anche ottime marche locali di birra. In Montenegro è consuetudine dare una mancia del 10 percento se il servizio è stato buono, e in effetti ti andava bene!

Una delle prime domande che devi capire se vuoi viaggiare all'estero è che tipo di assicurazione devi avere. Si tratta di trovare un'assicurazione di viaggio che copra il più possibile il tuo viaggio in modo da poter ottenere un'assistenza adeguata in caso di incidente o malattia aggiuntiva. Se non hai diritto alla Carta blu UE, devi stipulare un'assicurazione di viaggio privata.

Moneta

Poiché il Montenegro è un nuovo stato, non ha una propria valuta. Vengono invece utilizzati gli euro. Ci sono molte opportunità per trovare bancomat e le carte di credito internazionali come Visa e Mastercard sono accettate in molti posti.

Lingua

E un altro dettaglio curioso sul Montenegro: qui si parla montenegrino! La lingua montenegrina è una lingua slava meridionale del sottogruppo occidentale, costruita sulla base del dialetto Iekaviaт - Shtokaviaт del sistema linguistico serbo-croato utilizzato in Montenegro; dal punto di vista della linguistica comparata, è una delle sue varianti mutuamente intelligibili standardizzate insieme a serbo, croato e bosniaco!

Le fortificazioni di Cattaro sono uno schema di fortificazione documentato incorporato che proteggeva il villaggio medievale di Cattaro compresi bastioni, torri, cittadelle, porte, bastioni, fortezze, cisterne, un castello e strutture e costruzioni ausiliarie. Presentano l'architettura militare dell'Illiria, dell'Impero bizantino, di Venezia e dell'Austria. Insieme alla città antica e al suo ambiente naturale, le fortificazioni sono state iscritte nell'elenco dei siti del patrimonio mondiale nel 1978 etichettate come Regione naturale e storico-culturale di Cattaro e illustrano l'unico sito di tale importanza culturale in Montenegro.

 

Leggi il nostro precedente articolo La Macedonia del Nord è brillante e originale anche per un viaggiatore sofisticato!

Leggi il nostro prossimo articolo Bosnia ed Erzegovina - una perla socchiusa dei Balcani

Commenti (0)
You
Please, login or register to leave a comment
Email sbagliata
Password errata
Sono un turista
Sono una guida turistica
Per favore, prima scegli chi sei!
Nome errato!
Cognome errato!
Email errata
Password errata!
You have to accept the terms of use!
Sono un turista
Sono una guida turistica
Per favore, prima scegli chi sei!
Email errata
You have to accept the terms of use!
hai perso la tua password? Inserisci la tua e-mail. Riceverai un link per creare una nuova password! (Controllare la casella SPAM nel caso...)
Messaggio di errore qui!
CAPTCHA non valido!
chiudere